Di Fuoco e d’Ombra

di Rossella Menegato e Manuela Brocco
anno di pubblicazione: 2020
casa editrice: Cierre Grafica

TRAMA

Le pagine di questo libro danno voce a 33 donne che la storia aveva oscurato e dimenticato. Qui si presentano e si raccontano parlando dei sacrifici, delle lotte, degli ideali, delle manipolazioni che hanno segnato il loro cammino. Sono pezzi di vita e di storia rimasti sempre all’ombra di una visione prettamente maschile degli avvenimenti che ha fatto sì che queste donne venissero spesso dimenticate in fretta o totalmente ignorate, nascoste o uccise per il solo fatto di essere appunto donne.

A partire dal I secolo d.C. fino ad arrivare al 1943, i racconti di queste vite intrecciate con la città di Vicenza riportano avvenimenti che aprono una visuale sul periodo nel quale hanno vissuto le protagoniste e sul contesto culturale e ideologico che le circondava e spesso schiacciava.

Le parole che si leggono in queste pagine raccontano scorci di quotidianità, lotte per conquistare e difendere una libertà per nulla scontata, ingiustizie dettate da schemi mentali che le classificava come “esseri inferiori per natura”, privazioni e violenze a volte subite con il benestare dei loro stessi genitori e parenti, ma anche giochi di potere e manipolazioni spesso attuati da loro stesse dietro le quinte, sfruttando posizioni garantite dai nomi di spicco delle loro famiglie, azioni importanti che hanno talvolta permesso ai loro mariti di garantirsi un posto di rilievo nella storia.

Quelle che ritroviamo sono figure per lo più sconosciute, che talvolta hanno visto la propria vita intrecciata con nomi più altisonanti, ma non mancano alcuni volti più popolari che non hanno comunque avuto il privilegio di ottenere molto spazio tra i documenti importanti, tra i personaggi da ricordare.

Le voci di queste donne non solo raccontano avvenimenti che hanno segnato la loro vita, cambiando talvolta anche il corso della storia, ma riportano alla luce anche piccoli caratteri di se’ che ci permettono di dare loro un volto più nitido, un colore ai loro occhi e ai capelli, una forma alla loro corporatura, tutti elementi che in alcuni casi hanno rappresentato ostacoli o lasciapassare nel loro cammino in epoche fatte di scaramanzie e apparenze.

“[…] al momento della mia morte, nulla sarebbe sopravvissuto a ricordare il mio sguardo,
il mio modo inconsapevole di piegare la testa quando ero in ascolto,
la forza nascosta nel mio carattere […]”
(Beatrice Salvi)

RECENSIONE

Leggere questo libro è come parlare direttamente con ogni singola donna a cui le autrici hanno voluto dare voce. Il modo nel quale sono stati impostati i racconti fanno sì che sembri di avere proprio davanti a noi quei volti, quegli occhi, cogliendo le sfumature dei loro stati d’animo mentre raccontano i fatti salienti della loro vita, lo stupore nello sguardo, la malizia, la determinazione, la paura, la tristezza, la rassegnazione… tutto quello che ognuna di loro può aver provato in quei momenti.

Le autrici hanno compiuto un bellissimo lavoro di ricerca e ricostruzione, ma hanno anche saputo trovare il modo per rendere questo libro qualcosa di particolare e personale, ben lontano da un saggio dai caratteri piatti e puramente descrittivi.

La necessità di dare anche un’impostazione narrativa al libro ha portato le autrici ad inserire dettagli che sono nati dalla loro immaginazione per poter avere davanti a sé dei volti più definiti, con caratteristiche fisionomiche che spesso non trovano riscontro nei documenti storici ma permettono al lettore di entrare a sua volta in confidenza con queste figure.

L’impostazione del libro lo rende di facile e veloce lettura e permette di assaporarlo anche a piccole dosi essendo suddiviso in brevi capitoletti totalmente distinti tra loro, ognuno dedicato ad una diversa figura. Anche in poche righe si riesce comunque non solo a familiarizzare con il personaggio ma anche a cogliere il clima dell’epoca, la chiusura mentale di alcuni periodi e la voglia di rinascita e di ribellione di altri.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *